Jenny Holzer

30.05 — 01.09.2019. La Fondazione Henraux è lieta di collaborare con la GAMeC di Bergamo, in occasione della mostra di Jenny Holzer 'Tutta la verità (The Whole Truth)'.

 Tutta la Verità (The Whole Truth), GAMeC, Palazzo della Ragione, Bergamo, Italy, 2019 © 2019 Jenny Holzer, member Artists Rights Society (ARS), NY
Tutta la Verità (The Whole Truth), GAMeC, Palazzo della Ragione, Bergamo, Italy, 2019 © 2019 Jenny Holzer, member Artists Rights Society (ARS), NY

La mostra a cura di Lorenzo Giusti ha inaugurato nello storico Palazzo della Ragione a Bergamo. Le pareti della Sala delle Capriate, luogo simbolico in cui è stata amministrata la giustizia cittadina, ospitano una serie di nuove proiezioni luminose. L'architettura medievale e gli affreschi antichi si intrecciano con la poetica sovversiva dell'artista americana. Holzer traccia con la luce e il marmo testi di scrittori italiani, tra cui Patrizia Cavalli e Pier Paolo Pasolini, e di poeti internazionali. I versi scelti da Jenny Holzer per questo lavoro toccano temi quali l'identità, il genere, il dialogo e le questioni di primo piano nella crisi dei migranti europei.

La Fondazione, partner della mostra, è orgogliosa di aver prodotto, utilizzando la tecnologia e le maestranze dell'azienda Henraux, nove panchine in marmo, le cui superfici sono incise con frasi scelte dall'artista. Disposte in cerchio nella Sala delle Capriate, questi lavori diventano uno spazio per soffermarsi e riflettere, per osservare le pareti illuminate e leggere parole tagliate nella pietra.

Premio Henraux

Francesco Arena, David Horvitz e Diego Marcon sono i vincitori della IV edizione del Premio Henraux. La giuria ha inoltre riconosciuto una menzione speciale al collettivo Anto.Milotta — Zlatolin Donchev.

  • Diego Marcon, <i>Ludwig</i>, 2018
    Diego Marcon, Ludwig, 2018
  • Francesco Arena, <i>Metro cubo di marmo con metro lineare di cenere</i>, 2018
    Francesco Arena, Metro cubo di marmo con metro lineare di cenere, 2018

Il Premio Henraux é un progetto ambizioso e articolato, rivolto allo sviluppo della ricerca attorno alle potenzialità del marmo. Le proprietà di questa materia non sono solo legate alla scultura in senso tradizionale ma ad ambiti di pensiero e di creazione innovativi. In un contesto tecnologico e artigianale unico, gli artisti selezionati per la quarta edizione hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con una realtà produttiva che coniuga cultura digitale e maestranze secolari.