La Fondazione Henraux La Fondazione Henraux
Lo Statuto della Fondazione Henraux all’art. 1 definisce le finalità dell’istituzione, già enunciate nella denominazione: “Fondazione Henraux per la valorizzazione e lo sviluppo del comprensorio del marmo apuo-versiliese”. Gli aderenti alla Fondazione sono specificati nell’art. 2, che indica quali soci fondatori: la Henraux S.p.A., che assume la qualifica di fondatore promotore; e gli enti territoriali: Provincia di Lucca, Comune di Seravezza, Comune di Stazzema, Comune di Forte dei Marmi. Gli scopi sono precisati all’art. 5: la Fondazione – che non ha scopo di lucro – promuove, in ambito nazionale e internazionale, la valorizzazione e lo sviluppo del comprensorio lapideo apuo-versiliese tramite iniziative volte alla conoscenza storica dei processi di coltivazione delle cave, di lavoro e di utilizzo del materiale marmifero, al recupero ed alla conservazione delle strutture, degli impianti e dei macchinari; alla tutela culturale, artistica e paesaggistica dei luoghi di lavoro; alla ricerca scientifica, agli studi, all’innovazione tecnologica applicati alle lavorazioni del marmo ed ai suoi impieghi industriali, artigianali ed artistici; allo sviluppo delle capacità tecnico-scientifiche, professionali, manageriali ed imprenditoriali necessarie per la diffusione dell’utilizzo del marmo e dei prodotti e servizi allo stesso riconducibili.

La Fondazione Henraux intende perseguire i suoi obiettivi soprattutto attraverso l’organizzazione di manifestazioni, iniziative, mostre, eventi culturali, come quello che è stato inaugurato presso l’aeroporto Galileo Galilei di Pisa il 25 maggio 2011 con il titolo “Volarearte”, e che vede tutt’ora esposte nei giardini e in alcuni spazi interni dell’aeroporto numerose opere dello scultore Giovanni Maria Manganelli. Come la mostra “It is, it isn’t” di Tony Cragg (giugno – settembre 2011), realizzata in collaborazione con l’Associazione San Cristoforo di Lucca e che ha visto esposta, tra le diverse opere, proprio la scultura monumentale,  realizzata in Henraux, che da il nome alla mostra. Nel luglio-agosto 2011 la Fondazione ha sponsorizzato la pubblicazione della monografia dello scultore Renzo Maggi, a cura del dott. Roberto Valcamonici, in occasione della sua mostra personale alla Galleria La Meridiana di Pietrasanta. A Settembre ha realizzato il catalogo delle opere dello scultore Park Eun Sun esposte nello spazio Henraux alla Fiera Marmomacc di Verona; ha collaborato alla realizzazione della mostra “Il sole delle mie radici” e relativo catalogo dello scultore e pittore Rinaldo Bigi, tenutasi a Londra presso l’Istituto Italiano di Cultura dal 18 ottobre al 6 novembre 2011.